Il gazebo in legnoTutte le informazioni che ti servono: guida all'acquisto.

Quando si pensa ad un gazebo vengono in mente solamente quelli da giardino, bellissimi elementi che abbelliscono il manto erboso o un terrazzo. Il gazebo invece ha utilizzi molteplici e nel tempo è stato ideato anche per altri scopi non solo residenziali ed abitativi. Attualmente il gazebo è stato rivisitato ed adattato per strutture diverse tanto da diventare un elemento basilare per qualsiasi tipologia di arredo esterno. Prima era considerato come una semplice copertura per proteggersi dal sole magari mentre si pranzava con la famiglia in giardino o si giocava a carte con gli amici. Oggi invece, il gazebo è considerato come un’area tranquilla urbana dove le famiglie possono fermarsi a riposare e rilassarsi. Ma il gazebo ai giorni nostri, viene considerato come una copertura anche per gli esercizi commerciali che vogliono avere all’esterno una struttura coperta dove ospitare i clienti per un pasto veloce o per un caffè anche in caso di pioggia. Non di rado infatti, questo tipo di struttura è adottata dai proprietari di pizzerie, cornetterie o bar. Il gazebo in legno è quello più richiesto sia dai privati che dagli esercenti forse perché più caratteristico, accogliente e rilassante. Esistono vari tipi di gazebo in legno che vanno da quelli semplici e lineari a quelli con intrecci sofisticati e gradevoli.

Le caratteristiche del gazebo in legno

Quello che noi abbiamo in mente è sempre il classico e tradizionale gazebo da giardino, con il tetto ben squadrato e le falde spioventi. In commercio però, troviamo diversi tipo di gazebo anche molto particolari come quelli circolari, esagonali o ottagonali. Questi elementi d’arredo esterno di comune uso domestico, sono solitamente venduti in confezioni standardizzate e si montano facilmente proprio come se fossero un kit; quindi all’interno della confezione, ci sono pannelli di legno già tagliati a misura che bisogna semplicemente incastrare tra loro. Naturalmente nel kit di montaggio sono compresi l’intelaiatura, le viti e tutti gli strumenti di fissaggio. Molte persone, specialmente se hanno un ampio spazio a disposizione nel loro giardino, preferiscono farsi montare gazebo particolari per dare un tocco di estetica notevole al paesaggio circostante. Il gazebo più diffuso è quello di legno perché ha caratteristiche migliori rispetto agli altri materiali ed è tra i più gradevoli che ci sono in commercio. Il legno che viene utilizzato per realizzare questi elementi può variare ma conviene sempre scegliere quello di qualità migliore visto che il gazebo resta all’esterno e quindi esposto alle intemperie. I materiali devono necessariamente essere di primissima scelta come per esempio il pino o l’abete. Ultimamente viene molto considerato il tek che proviene dall’Asia sud orientale ed ha una tonalità molto piacevole che si avvicina al colore del miele. Il tek è un materiale molto resistente che rispetto ad altri tipi di legno, ha un particolare di notevole importanza: al suo interno è presente un tipo di resina che permette di non far deteriorare il legno anche se le condizioni meteorologiche sono avverse. Purtroppo, il tek col tempo tende a sbiadire ma le aziende hanno fatto in modo di ovviare a questo inconveniente trattando gli elementi con delle vernici particolari che li rendono impermeabili e con una maggiore durata di vita. In genere però, tutti i tipi di legno vengono trattati in modo ineccepibile prima di dar vita ad un gazebo infatti, grazie a mezzi di ultima generazione vengono dapprima impermeabilizzati con sostanze atossiche superficialmente e poi vengono trattati una seconda volta con un’impermeabilizzazione più attenta e profonda. Le sostanze usate vengono facilmente assorbite dal legno di base e, in tal modo, si prevengono muffe, attacchi di parassiti e problemi legati agli agenti atmosferici poco favorevoli. Anche il migliore gazebo in legno, però, ha bisogno di una manutenzione accurata almeno ogni due anni e la ditta produttrice vi darà tutte le informazioni necessarie per curarlo e mantenerlo sempre sano. Questa operazione può tranquillamente essere effettuata tramite il fai da te perché non risulta difficoltosa almeno per quanto riguarda la struttura di sostegno del gazebo in legno. Se quest’ultimo ha una copertura in cotone, dovete farvi installare la stoffa migliore che ci sia in commercio perché anche se il cotone è uno dei materiali più utilizzati per questo scopo, tende a deteriorasi per il sole troppo forte o per altri agenti atmosferici sfavorevoli. Per evitare spiacevoli conseguenze, anche sul cotone vengono effettuati trattamenti preventivi per aumentarne la resistenza. Tantissime ditte produttrici adoperano coperture realizzate con un tipo di resina particolare e sintetica che è detta ‘policarbonato’. Queste coperture sono molto pratiche perché facilmente pulibili, resistenti agli urti e realizzati con lo stesso tipo di materiale che si usa per sostituire il vetro nei caschi delle motociclette. Un’alternativa per aumentare la resistenza di questo tipo di copertura è quella di rimuoverla quando il gazebo non viene utilizzato ossia nelle stagioni invernali. In tal modo bisogna pensare solamente alla manutenzione della struttura di legno che rimane piantata al suolo. Se questa operazione risulta noiosa, chiedete che il vostro gazebo in legno sia ricoperto con un telo cerato o in materiale plastico di PVC.

Come arredare un gazebo in legno

Abbiamo visto che il gazebo in legno è un elemento molto richiesto sia per uso residenziale che lavorativo perché impreziosisce il giardino e gli dona un notevole pregio architettonico. Proprio come se fosse una camera del vostro appartamento, il gazebo va arredato con raffinatezza ed eleganza e addirittura stilizzato con creatività. Il pavimento e le decorazioni che si andranno a scegliere sono di fondamentale importanza. Scegliete con cura anche gli arredi da ubicare all’interno e ricordate che le case produttrici di gazebo vi offrono anche la possibilità di acquistare arredi per esterno di prestigio. Potete optare per sedie e divani in midollino, vimini o in plastica intrecciata ma se volete lasciare tutto in tema di legno, potete acquistare cassepanche e sedie del legno che preferite, naturalmente adornate da morbidi cuscinoni che creano eleganza e fascino. Le aziende produttrici di Gazebo offrono la possibilità di optare al posto di pareti in legno chiuse, per dei reticolati che vanno installati lungo le fiancate. Agli appassionati di giardinaggio quest’alternativa piace molto perché seminando piante rampicanti d’inverno, si avrà la possibilità di vedere crescere una pianta fiorita o una semplice edera nella stagione successiva tanto che il gazebo apparirà come una struttura di classe ed estremamente romantica.

La normativa Italiana prevede delle regole per l’installazione di un gazebo

Se il gazebo in legno che volete installare in giardino è di piccole dimensioni, non esistono norme di legge mentre se le dimensioni sono più grandi bisogna affrontare una serie di pratiche burocratiche. Innanzitutto il gazebo non deve assolutamente contravvenire alle regole dettate dal comune della vostra città di residenza perché ci sono norme edilizie prestabilite e non esiste nessuna differenza tra gazebo con le fondamenta e gazebo che viene solo fissato al suolo. Persino nei condomini è prevista questa regola perché bisogna controllare se il terreno del condominio possa essere modificato e quindi occorre rivolgersi all’amministratore del fabbricato che dovrà far valutare agli organi competenti il regolamento condominiale. L’ufficio predisposto dal comune si occuperà soprattutto di valutare l’ingombro del gazebo, la copertura che viene utilizzata e la vicinanza all’abitazione. Molte volte addirittura, necessita la concessione edilizia.

Quale modello acquistare per il vostro giardino

Abbiamo visto che i gazebo in legno sono un’ottima soluzione per arredare il vostro spazio verde con gusto e finezza. Ma quale modello scegliere tra i tanti tipi che offre il mercato? L’impatto estetico deve essere sempre originale e gradevole alla vista quindi bisogna per forza adattarsi anche al posto dove viene posizionato e all’architettura dell’abitazione. Fortunatamente i modelli sono molto vari ed ognuno di loro si adatta allo stile che preferite e alle vostre esigenze familiari. Potete optare per un modellino tipo canadese con le fiancate grigliate solo da un parte. Praticamente vengono lasciate libere le aperture laterali mentre si avrà la possibilità di abbellire la fiancata grigliata con fiori decorativi o piante rampicanti. L’interno può essere arredato con un tavolo di legno mentre ai due lati, comode panche potranno ospitare voi ed i vostri familiari per una cenetta all’aperto. Generalmente questo tipo di gazebo in legno è di piccole dimensioni ma è l’ideale per una famigliola. Ottima scelta anche il gazebo in legno angolare chiuso dove si potrà usufruire di una parte aperta tipo patio ed una sorta di casetta chiusa dove poter cucinare o riporre gli arredi una volta finita la stagione estiva. La verandina esterna non è molto ampia ma ci vanno comodamente tavolo e sedie. Questa scelta è ottimale per chi desidera non solo il gazebo ma anche un localino dove riporre attrezzi da giardino ed arredi da serbare per il prossimo anno. Molto caratteristico è il piccolo gazebo in legno con tavolo e sedie incorporate che è trasportabile ed adattissimo come angolo per i bambini o per una cenetta all’aperto. Naturalmente il gazebo può essere di dimensioni maggiori ma occorre attenersi alle normative di legge menzionate precedentemente. Se la metratura del vostro giardino ve lo consente, la vostra fantasia può spaziare senza per questo disturbare l’architettura dell’abitazione. Un gazebo realizzato completamente in legno e davvero originale è quello con un sottotetto formato da listelli in legno sapientemente incastonati, di solito di forma ottagonale. La struttura di sostegno è realizzata con reticolati formati da caratteristici rombi e potete decorare questi elementi con piante rampicanti o con vasi poggiati a terra che circondano l’intero gazebo. Un’alternativa per chi ama la privacy e ama le zone chiuse è quella di scegliere una struttura in legno molto semplice e lineare che viene coperta ai quattro lati da bellissimi tendoni pesanti in canapa indiana fissati da cordoncini in tinta che trattengono la stoffa. Elegante e raffinato, questo tipo di gazebo viene utilizzato anche sulle spiagge e ai bordi delle piscine degli hotel di lusso. Questo tipo di struttura in legno può essere chiusa invece che con delle tende, da pannelli leggeri in legno che fanno acquisire al gazebo il tipico aspetto di una camera da arredare come più vi piace. La vostra creatività ed il vostro gusto sapranno sicuramente rendere fine e raffinato questo piccolo angolo di relax anche grazie alla notevole bellezza che il legno apporta. Tenete presente che i modellini standardizzati possono tranquillamente essere personalizzati nelle misure, con strutture in legno autoportanti sia rettangolari che quadrate ed il vostro gazebo diventerà una sala da pranzo a tutti gli effetti.

Contattaci

per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo gratuito

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio